fbpx

Evento Terminato

447 Visualizzazioni

Descrizione dell'Evento

Studio Pedagogico e Didattico Alice Attraverso lo Specchio
Putignano
Mag 11
2020
2 Organizzatori
15
Posti Limitati

Dettagli e Prenotazioni

Aggiungi al Calendario 5/11/2020 9:00 AM 5/24/2020 6:00 PM Europe/Paris Sportello di supporto per genitori di bambini con DSA,BES,ADHD Studio Pedagogico e Didattico Alice Attraverso lo Specchio daniela-evaroni [email protected] false MM/DD/YYYY

Sportello ADHD:

ADHD è l’acronimo di Attention Deficit Hyperactivity Disorder, conosciuto con il nome di Disturbo da Deficit di Attenzione e Iperattività: fa riferimento ad un disturbo neurobiologico ad esordio infantile, caratterizzato da marcati, persistenti e maladattivi livelli di inattenzione, impulsività e iperattività, che sono inadeguati rispetto all’età.

La ricerca ha ben documentato come le difficoltà prodotte dall’ADHD compromettano le abilità di studio al punto tale che la maggior parte degli individui affetti non completa il percorso educativo, non continua gli studi dopo il diploma di scuola superiore o abbandona l’università (Barkley, 1998; Barkley & Murphy, 2006; Fayyad et al. 2007).

Pur avendo una intelligenza nella media o superiore (Barkley, 1994), gli studenti ADHD devono lottare contro una serie di difficoltà che mettono a repentaglio la loro riuscita nel percorso formativo e professionale:

  • Incapacità/perdita di concentrazione: non riescono ad ascoltare tutti i contenuti delle lezioni, si distraggono, si perdono nei propri pensieri;
  • Incapacità di organizzazione, pianificazione e di gestione del tempo: tendono a procrastinare i compiti da svolgere fino all’ultimo minuto, perdono i materiali necessari, non riescono ad organizzare i propri appuntamenti, non rispettano gli impegni/scadenze;
  • Difficoltà di integrazione delle informazioni: si perdono spesso in dettagli irrilevanti perdendo il senso di ciò che stanno studiando, e dimenticano facilmente i contenuti studiati;
  • Mancanza di motivazione: non sono capaci di motivare se stessi allo studio se l’argomento non è per loro interessante, se le attività sono monotone e ripetitive, e tendono ad abbandonare di fronte a compiti che richiedono uno sforzo sostenuto.

In aggiunta, gli studenti ADHD non riescono a svegliarsi in orario, arrivano tardi alle lezioni oppure le saltano per l’incapacità di stare seduti a lungo. La mancanza di consapevolezza relativa agli effetti che l’ADHD produce sul proprio comportamento favorisce un abbassamento dell’autostima, che può determinare l’abbandono degli studi.

Gli studenti con da ADHD molto spesso sanno “cosa fare”, ma non “come e quando”. Per tale motivo, essi necessitano di un supporto.

Sportello DSA:

La dislessia, un disturbo specifico dell’apprendimento piuttosto comune e spesso ereditabile: interessa il 10% della popolazione e comporta serie difficoltà nell’automatizzazione dell’apprendimento della lettura.

Geni come Einstein o Leonardo da Vinci erano probabilmente dislessici e spesso abbiamo sentito aneddoti sulla creatività delle persone con questa caratteristica. In realtà, da un punto di vista statistico, la dislessia impatta negativamente sia sul rendimento scolastico che sulla qualità della vita.

Oggi sappiamo che diversi fattori concorrono alla sua occorrenza: si dice pertanto che è un disturbo multifattoriale. Tuttavia, per anni si è creduto che la maggior parte dei problemi di lettura derivasse dall’area fonologica, ossia dall’incapacità di associare correttamente i suoni del linguaggio alle lettere corrispondenti: i bambini dislessici ad esempio fanno fatica a discriminare tra ‘p’ e ‘b’.

Secondo l’approccio di Sagar del 1999, la lettura è una funzione complessa, a cui concorrono aree del cervello dedicate al linguaggio parlato, aree uditive, aree attentive e aree visive. È proprio su queste ultime che Sagar ha puntato il dito. L’area identificata è la via magnocellulare, un circuito neurale che dalla retina si arrampica sulla parte dorsale della corteccia cerebrale e che, comunicando con la via ventrale, è specializzata nella gestione visiva dei dettagli spaziali e del movimento. Potenziando questa via, possiamo ottenere risultati migliorativi anche dell’effetto che questa produce.

Lo sportello DSA e ADHD si offre come punto informativo per la conoscenza di queste neurodiversità, sulle modalità in cui si possono presentare, sulle strategie che possono essere adottate.

Lo sportello DSA e ADHD, inoltre,  si offre come punto informativo sui seguenti aspetti:

  • Aumento dell’autostima
  • Acquisizione del metodo di studio più funzionale
  • Miglioramento delle abilità sociali e di comunicazione
  • Aumento della motivazione
  • Diminuzione delle assenze e maggiore partecipazioni alle attività scolastiche/universitarie
  • Maggiore senso di efficacia e competenza
  • Maggiore autonomia e senso di responsabilità.

Organizzatori

Dott.ssa Daniela Evaroni

Dott.ssa Daniela Evaroni

Pedagogista, educatrice, animatrice sociale, Tutor esperto DSA e BES

Scopri di più
Dott. Ssa Annalisa Loiotila

Dott. Ssa Annalisa Loiotila

Psicologa e psicoterapeuta

02/05/2020
356
0
29/05/2020
58
0

Reset Password

Crea un account

Login